Scopri cos’è la bioedilizia e quanto puoi risparmiare

Le politiche economiche dei diversi paesi, sensibilizzate dal monito costante della comunità scientifica che più volte ha ribadito l’esigenza di porre un freno agli sprechi energetici, si sono orientate verso concetti tesi a favorire l’ecosostenibilità nei settori coinvolti nello sviluppo di una nazione.

Fra questi l’edilizia, ha recepito la necessità di rielaborare i dettami nel modus operandi progettuale e realizzativo, proiettando in un contesto green tutte le fasi coinvolte nella predisposizione di nuovi fabbricati.

Bioedilizia è il paradigma ideologico per rendere una costruzione energeticamente competitiva con l’impiego di materiali ecosostenibili, una realtà appetibile poiché un fabbricato rispondente a determinati criteri di efficientamneto, garantisce standard di benessere abitativo e di risparmio elevati.

Il concetto principale è pensare sin dal principio quali e quanti elementi potranno al meglio favorire tali presupposti e, di conseguenza, strutturare l’opera concatenandoli in una soluzione unica.

Ciò rappresenta l’ultima frontiera del pensiero ingegneristico e architettonico di un immobile, inteso nell’accezione più ampia del termine, e costituisce un impulso economico per il settore edile, che cominciava a patire le restrizioni delle politiche ambientali.

Traducibile in vantaggi enormi, primo fra tutti l’abbattimento dei costi di bolletta che gravano in misura sempre maggiore nella gestione economica di un fabbricato, inevitabilmente proiettati anche sul singolo immobile.

Questo è possibile attraverso una pianificazione in bontà delle caratteristiche geografiche in cui la nuova costruzione si insedierà, di esposizione e azione degli agenti atmosferici, nonché presenza idrica e permeabilità del terreno.

Di conseguenza l’opera dovrà attuarsi con la predisposizione di materiali biocompatbili come il legno, argilla naturale e fibra di cellulosa, in grado di rispondere in maniera adeguata alle sollecitazioni provenienti da tali azioni.

Una costruzione green prevede l’approvvigionamento energetico con l’utilizzo di fonti biocompatibili come le biomasse o rinnovabili come il fotovoltaico, realizzando impianti ad hoc all’interno di intercapedini realizzate a secco mediante cartongesso, col vantaggio di creare camere d’aria utili al mantenimento del microclima ideale.

Ciò riduce al minimo l’utilizzo di sistemi di climatizzazione, grazie anche ai materiali impiegati che assolvono una funzione termoregolatrice, realizzando sistemi di ventilazione forzata naturale per mantenere il comfort interno.

Anche l’igroscopicità è eliminata, riscontrabile nelle costruzioni più datate o realizzate con materiali sensibili all’azione dell’umidità di risalita, principale causa dell’ammaloramento delle porzioni strutturali e influente sulla salute dell’uomo.

Grazie all’impiego di infissi a tenuta, si ovvia, di fatto, al problema dei ponti termici, sinergicamente all’impiego di materiali a bassa trasmittanza, poiché realizzati con sistema a multi intercapedine, che isola l’azione termica e acustica, grazie anche all’impiego di vetri a tripla camera.

La climatizzazione interna è garantita da livelli costanti di umidità e temperatura, favorite dalla predisposizione di pavimentazioni flottanti per sistemi radianti, riscaldati dall’acqua calda sanitaria e raffreddati dal suo passaggio corrente.

RICHIEDI ADESSO INFORMAZIONI

Il nostro Team sarà lieto di prendere in carico la tua richiesta e risponderti nel minor tempo possibile.

Da 30 anni garanzia di qualità e affidabilità

Contattaci Adesso