Perché una casa in legno è una casa salubre? La risposta viene (anche) dalla bioedilizia

Chi si approccia per le prime volte al mondo delle case in legno spesso si chiede se esse siano abitazioni durature nel tempo, solide ma soprattutto se non presentino problemi di muffe e umidità.

Il legno, infatti, in quanto materialevivo” viene visto da molte persone come qualcosa di più facilmente deperibile o più propenso a essere attaccato dai funghi che poi sviluppano, appunto, la classica e maleodorante muffa. Lasciateci spiegare come mai questa è una convinzione che non trova solide fondamenta.

La muffa nelle case fa male?

La preoccupazione è legittima in quanto diversi studi hanno dimostrato la correlazione tra la presenza di muffa nelle abitazioni e l’insorgere di patologie del nostro apparato respiratorio. Ad esempio:

  • asma;
  • tosse notturna;
  • tosse diurna;
  • maggiore probabilità di sviluppare allergie;
  • riniti.

Senza contare che sono stati fatti ulteriori studi, e se ne faranno ancora, che mostrano la correlazione fra muffa e insorgere di tumori.

Le case in legno “sviluppano” maggiormente la muffa? No, ma…

La muffa delle nostre case può essere combattuta con un regolare ricircolo di aria

Tornando al dubbio legittimo di molte persone riguardo una maggiore propensione delle case in legno a sviluppare problemi di muffa la risposta che ci sentiamo di dirvi è “No, le case in legno non sviluppano maggiormente problemi di muffa”.

Innanzitutto facciamo questa affermazione perché indistintamente la muffa colpisce sia case in legno che case in muratura.

La seconda ragione che ci spinge a non additare il legno come materiale scadente o dannoso per la costruzione della casa risiede nelle cause della formazione della muffa.

Essa infatti nasce quando le spore dei funghi trovano un ambiente estremamente umido: la loro proliferazione viene proprio favorita dal tasso di umidità presente nell’ambiente in cui vivono.

Esistono 3 tipologie di umidità che possono intaccare le nostre case:

  • umidità di risalita: chiamata così perché proviene dal suolo e risale le pareti delle nostre case;
  • umidità di condensa: è il tipo di umidità che si ha quando il vapore acquo presente nell’aria subisce un cambiamento repentino di temperatura;
  • umidità di infiltrazione: quella che purtroppo deriva da perdite di acqua o dalla penetrazione di acqua nelle superfici.

Da cosa dipende lo sviluppo della muffa?

  • Progettazione errata dell’edificio;
  • Utilizzo materiali scadenti;
  • Esposizione della parete;
  • Presenza di infissi vecchi;
  • Abitudine a tenere chiuse porte e finestre e quindi non facendo circolare l’aria dei casa.

Come vedete non è il legno a favorire il proliferare della muffa ma la presenza di condizioni che favoriscono umidità o la mancanza di ricircolo di aria nelle nostre abitazioni.

Le nostre case non sono “sane”: l’importanza della bioedilizia e del legno come materiale da costruzione


Approfondito questo aspetto, è doveroso anche soffermarci sul fatto che la salubrità delle nostre abitazioni non è intaccata solamente dalla presenza di muffa, al contrario un pericolo per la nostra salute proviene anche dai materiali impiegati nella costruzione.

Vernici e composti chimici purtroppo vengono assorbiti dal nostro corpo e se al loro interno contengono sostanze nocive potrebbero provocarci non pochi problemi.

La bioedilizia nasce, oltre a tanti altri fattori, anche per questo: per dare una risposta ecologica e soprattutto salutare alle conseguenze dell’impiego di sostanze nocive nell’edilizia.

E questa “risposta” è data principalmente dall’utilizzo di materiale da costruzione di origine naturale che non contiene sostanze nocive. Qualche esempio di materiale per la bioedilizia utilizzato nella costruzione?

  • legno;
  • fibra di cellulosa;
  • fibra di canapa;
  • fibra di lino;
  • fibra di cocco;
  • sughero.

Per quanto riguarda le vernici la tecnologia sta facendo passi da gigante proponendo una vastissima gamma di soluzioni, tra le tante annoveriamo l’utilizzo di pigmenti naturali per dare colore alla vernice.
ll legno, come accennato, rientra tra i materiali che rispondono ai canoni della bioedilizia perché assolutamente naturale oltre che ad avere caratteristiche intrinseche che lo rendono adatto ad essere utilizzato come materiale da costruzione . Ecco perché costruire una casa in legno, ovviamente se costruite da aziende serie, è una scelta sana per la propria salute.

Unitamente al suo utilizzo è però fondamentale dare massima attenzione all’impianto di approvvigionamento per aria e acqua: solo così si potrà costruire una vera casa secondo i canoni della bioedilizia.

RICHIEDI ADESSO INFORMAZIONI

Il nostro Team sarà lieto di prendere in carico la tua richiesta e risponderti nel minor tempo possibile.

Da 30 anni garanzia di qualità e affidabilità

Contattaci Adesso

Centro Preferenze Privacy

Necessari

Cookie per memorizzare le tue preferenze

Cookie per memorizzare le tue preferenze
Cookie Sito Web Area Legno

Pubblicità

Usiamo questi cookie per fornirti pubblicità in linea con i tuoi interessi

Facebook Pixel, Google Analytics
Google Analytics Cookie
Facebook Pixel Code

Analisi

Servono per capire cosa fai sul sito web.

Google Analytics Cookie
Cookie Google Analytics